Piccoli frutti in crescita ma quanti problemi in campo!

Fonte immagine: Sant'Orsola

notizie ed eventi

Piccoli frutti in crescita ma quanti problemi in campo!

Ottime performance e ampi spazi di sviluppo sia sul mercato nazionale che su quelli esteri: per le berries italiane le prospettive sono positive e incoraggianti ma i problemi di campo non mancano. Scopriamo con QdC® quali sono le criticità principali e come affrontarle.

3 giugno 2020

Fragole, mirtilli, ribes, more, lamponi: le berries, o piccoli frutti, rappresentano un mercato in crescita costante nel nostro Paese (con un +16% a valore nel corso del 2019). Ricchi di sostanze nutritive e piacevoli al palato, questi prodotti sempre più di frequente entrano nel carrello dei consumatori italiani rendendoli una coltura interessante per un numero crescente di aziende agricole.

La richiesta nazionale di piccoli frutti, infatti, è in costante aumento al punto che il nostro Paese ricorre, in determinati periodi di scarsità di prodotto italiano, a consistenti importazioni dall’estero. Parimenti interessanti sono i mercati esteri dove, a patto di garantire una fornitura continua di prodotto, le berries italiane (in particolare quelle biologiche) sono particolarmente apprezzate: è il caso della Germania, dell’Austria, della Spagna e del Regno Unito (fatta salva l’evoluzione degli accordi commerciali che si delineerà alla luce della Brexit).

Una produzione interessante e potenzialmente redditizia che, inoltre, si è dimostrata adeguata allo sviluppo in zone collinari o montane, più svantaggiate sul fronte di altre coltivazioni. Le aziende che puntano a sviluppare o incrementare la propria produzione di piccoli frutti, tuttavia, si trovano a doversi confrontare spesso con alcune criticità di campo molto specifiche.

In particolare, la Drosophila Suzukii, ben nota per i nefasti effetti sulle coltivazioni di ciliegie, si è dimostrata particolarmente infestante anche in questo tipo di produzioni. A questa si aggiunge la minaccia emergente dell’antonomo della fragola e la batteriosi da agrobatterio.
 

Controllo biologico o lotta integrata?

QdC® - Quaderno di Campagna® può essere un alleato importante per aziende e tecnici che si trovino a dover affrontare questi problemi: sia per la Drosophila che per l’agrobatterio è possibile un approccio nel rispetto del disciplinare della produzione biologica, mediante il lancio di insetti ausiliari nel primo caso, o utilizzando microrganismi antagonisti che combattano attivamente la fonte della batteriosi.

Per questo tipo di attività e trattamenti, QdC® - nelle versioni Agricoltura biologica e Difesa Integrata Volontaria - permetterà un costante e puntuale controllo del rispetto dei disciplinari, incluse le specifiche normative regionali oltre a gestire i monitoraggi e tenere sotto controllo le soglie di intervento.
 
Per quanto riguarda l’antonomo della fragola, invece, sono le attività di lotta integrata a offrire i risultati migliori: su questo fronte QdC® permetterà di tenere traccia di tutti i trattamenti effettuati e di controllare puntualmente la compatibilità dei prodotti presenti nel nostro magazzino con le attuali normative nazionali e regionali.
 

Diamo i numeri

Il mercato dei piccoli frutti in Italia presenta ancora interessanti margini di crescita, sia in termini di mercato che di areali di produzione. A oggi gli appezzamenti registrati su QdC® – Quaderno di Campagna® sono 473 di cui ben 260 relativi a coltivazioni della regina della categoria, la fragola. Segue, a consistente distanza (ma in crescita), il mirtillo nero con 117 ettari inseriti sulla piattaforma. La provincia più vocata è indubbiamente Verona (con 119 appezzamenti) seguita da Caserta e Cuneo. Interessanti volumi anche su Trento e Torino per tutte le referenze diverse dalle fragole.

Altri articoli nella categoria “notizie ed eventi

Richiedi la prova gratuita di QdC®

Inserisci i tuoi dati e provalo per 1 mese

* campi obbligatori

© Image Line srl Unipersonale • P.IVA IT 01070780398 • Cap. Soc. 500.000€ I.V.
Termini e condizioniPrivacy PolicyCondizioni d'acquistoPagamento sicuro