Biologico 4.0, dove scienza, tecnologia e competenza si incontrano

Lia e Luca Mannucci, titolari della Azienda Agricola Bio Lune Verdi

notizie ed eventi

Biologico 4.0, dove scienza, tecnologia e competenza si incontrano

Sensori e centraline, buone pratiche agronomiche e tanta esperienza sul campo. E QdC® – Quaderno di Campagna® per tenere tutta l’azienda sotto controllo e gestire al meglio le richieste del disciplinare biologico. La testimonianza di Lia e Luca Mannucci, titolari dell’azienda Lune Verdi di Sarzana.

24 luglio 2020

Dai capricci di un clima sempre più imprevedibile alle difficoltà imposte dal Covid-19, alle più tipiche avversità fungine, come la peronospora. La produzione biologica affronta quotidiane sfide di grande portata, accentuate dai lunghi mesi di lockdown e da un mercato dall’andamento discontinuo. Eppure queste sfide si possono combattere e vincere: ci vogliono passione e competenza e la volontà di accogliere le opportunità che l’innovazione tecnologica e l’agricoltura 4.0 hanno messo, è il caso di dirlo, in campo.

A testimoniarlo sono Lia e Luca Mannucci, fratello e sorella, under 30 lei e under 40 lui, e titolari dell’azienda agricola Lune Verdi, 4,5 ettari di colture biologiche a Sarzana. Una storia di famiglia, cominciata nel 1998 grazie al padre e diventata oggi l’impresa dei due figli: un racconto che profuma di basilico genovese DOP in particolare, ma anche pomodori e altre orticole perchè “la rotazione colturale è questione di buone pratiche agricole, ancor prima che di obbligo per il disciplinare biologico – spiega Luca, che si occupa principalmente degli aspetti produttivi -. In generale, per affrontare i problemi fitosanitari che incontriamo la prima arma sono le buone pratiche agronomiche: per la peronospora, ad esempio, abbiamo usato per qualche tempo il solfato di rame pentaidrato a bassa titolatura ma, piano piano, abbiamo preferito abbandonarlo in favore di altre strategie. In particolare penso all’irrigazione goccia a goccia su bio-telo di amido di mais che porta l’acqua direttamente sottoterra, a contatto con le radici, senza entrare in contatto con la pianta”.

I campi dell'azienda Lune Verdi, coltivati con l'aiuto di QdC® - Quaderno di Campagna®

Buone pratiche a cui si abbina quanto di meglio la tecnologia può offrire al settore: “Abbiamo diviso ogni terreno in 10 settori – prosegue Luca -, monitorati attraverso sensori di bagnatura e antenne nei campi che aprono e chiudono le elettrovalvole connesse via radio con la centralina che, a sua volta, dialoga con un apposito programma attraverso rete mobile. C’è un problema alla linea? Ci arriva l’avviso sul telefono e sappiamo su che settore intervenire”.
 
Prova QdC® gratis

Agricoltura 4.0 e biologico in un connubio felice? “Scienza e tecnologia aiutano a rendere migliore l’agricoltura – prosegue Luca -. Questo non significa necessariamente più produttiva ma qualitativamente migliore e più sostenibile: per il basilico DOP, ad esempio, abbiamo scelto varietà selezionate non per la capacità di produrre più sostanza secca ma per la qualità del prodotto finale. Anche la ricerca varietale, in questo senso, è essenziale”.

Lia e Luca Mannucci, titolari dell'azienda agricola biologica Lune Verdi, scelgono QdC®
Lia e Luca Mannucci, titolari dell'azienda agricola Lune Verdi
 
Spinta verso l’innovazione che, per l’azienda Lune Verdi ha significato anche avvalersi delle opportunità offerte da QdC® – Quaderno di Campagna®: “Mi trovo davvero bene – spiega Lia Mannucci che, in azienda, è la principale utilizzatrice della piattaforma: -: QdC® ha tantissime funzionalità e c’è un ottimo supporto tecnico. Facendo agricoltura biologica, ad esempio, selezioniamo i semi da utilizzare e operiamo molto a ciclo chiuso: ai primi utilizzi mi sono accorta che nell’elenco dei semi raccolti non veniva specificata la varietà e rientravano tutti sotto una generica etichetta ‘sementi di pomodoro’: mi è bastata una telefonata e il mattino dopo erano presenti tutte le varietà necessarie. Un supporto tecnico davvero unico”. “In particolare – conclude Lia - usiamo molto tutte le funzioni relative alle operazioni colturali: dalla raccolta alla semina, al trapianto. Nella produzione biologica sono essenziali per compilare adeguatamente i registri delle materie prime”.
 

“Cercavo un software che non si limitasse a gestire i registri di produzione biologica – conclude Luca – ma che mi permettesse di avere tutta l’azienda davanti agli occhi: quanto azoto abbiamo dato in quel terreno, quanti semi abbiamo in magazzino... Sono molto soddisfatto, QdC® tiene l’azienda davvero sotto controllo a 360°, non soltanto il comparto agronomico. Ci stiamo trovando davvero bene con questa piattaforma”.

Altri articoli nella categoria “notizie ed eventi

Richiedi la prova gratuita di QdC®

Inserisci i tuoi dati e provalo per 15 giorni

* campi obbligatori

© Image Line srl Unipersonale • P.IVA IT 01070780398 • Cap. Soc. 500.000€ I.V.
Termini e condizioniPrivacy PolicyCondizioni d'acquistoPagamento sicuro