Cerasicoltura, grandi potenzialità e grandi sfide

Fonte immagine: © emirkoo - Fotolia

notizie ed eventi

Cerasicoltura, grandi potenzialità e grandi sfide

Superfici in aumento e redditività interessante: la produzione di ciliegie in Italia è in crescita, anche grazie all’apporto che innovazione e tecnologia danno a chi coltiva questo gustoso (ma delicato) frutto. Plantgest, una delle banche dati di riferimento per QdC® – Quaderno di Campagna® ha realizzato un video reportage per spiegare cosa serve per coltivare il ciliegio

9 luglio 2020

Numeri in crescita per il ciliegio italiano: il nostro Paese è il quinto produttore mondiale di questo gustoso frutto e, negli ultimi anni, superfici e mercato hanno continuato a crescere a ritmo sostenuto. Merito di una qualità sempre crescente e di numerosi territori particolarmente vocati alla coltivazione della ciliegia, fra cui si distinguono Campania, Emilia-Romagna, Puglia, Trentino Alto-Adige e Veneto.

Ad attirare i frutticoltori è, soprattutto, la potenziale redditività della coltivazione del ciliegio (che, nel tempo, sta sostituendo altre specie frutticole economicamente meno sostenibili, come il pesco) ma è necessario sottolineare come si tratti di una produzione che richiede pianificazione fin nei minimi dettagli. Per questo Plantgest, banca dati di riferimento per QdC® – Quaderno di Campagna®, ha realizzato un approfondito video reportage che, grazie al coinvolgimento di diversi produttori, tecnici e ricercatori, traccia un quadro preciso e propone molti spunti che è bene affrontare prima di intraprendere l’avventura della cerasicoltura.

Molte le informazioni presenti e gli spunti di approfondimento: quali sono le sfide principali per la cerasicoltura? Sulla base di cosa scegliere un impianto intensivo o superintensivo che permetterebbe di ottimizzare i costi? Come scegliere le varietà migliori e come difendersi dalle principali avversità, dalla Drosophila suzukii al cracking, solo per citare quelle più note (e dannose)? Plantgest ha raccolto numerose testimonianze ed esperienze per scoprire cosa significa investire nella produzione di ciliegie e quali sono le giuste scelte per chi decide di intraprendere questa strada.
 

Fra le sfide principali, dal punto di vista fitosanitario, per la coltivazione del ciliegio c’è sicuramente, come anticipato, la Drosophila suzukii, uno degli insetti più dannosi per questa produzione apparso nel nostro Paese nel 2013 e, da allora, in costante aumento. La lotta contro questo “avversario” passa sia dal trattamento con prodotti fitosanitari sia, per coloro che scelgono di produrre nel rispetto del disciplinare della produzione biologica, dall’utilizzo di insetti ausiliari.

QdC® - Quaderno di Campagna® può essere un alleato importante per i produttori che decidessero di investire nella cerasicoltura: oltre a consentire una gestione completa dell’azienda agricola (dal magazzino dei fertilizzanti a quello degli agrofarmaci, dalle attività di fertilizzazione e irrigazione alla gestione completa dei trattamenti nel rispetto delle normative nazionali), per chi scegliesse di intraprendere la strada della produzione integrata o bio, le versioni Agricoltura biologica e Difesa Integrata Volontaria di QdC® permetteranno di tenere traccia anche dell’impiego di insetti ausiliari, trappole, erogatori di feromoni e un attento monitoraggio del rispetto dei disciplinari regionali. 
 

Altri articoli nella categoria “notizie ed eventi

Richiedi la prova gratuita di QdC®

Inserisci i tuoi dati e provalo per 15 giorni

* campi obbligatori

© Image Line srl Unipersonale • P.IVA IT 01070780398 • Cap. Soc. 500.000€ I.V.
Termini e condizioniPrivacy PolicyCondizioni d'acquistoPagamento sicuro