Fra bio, tradizione e tecnologia: la sfida (in bianco e “rosa”) di Vetrère
storie

Fra bio, tradizione e tecnologia: la sfida (in bianco e “rosa”) di Vetrère

Un’impresa tutta al femminile che rompe con gli stereotipi e punta sul recupero di antiche varietà, rileggendole in chiave moderna e trasversale, anche grazie a QdC® – Quaderno di Campagna®. E il mercato riscopre il Minutolo, un vitigno bianco originario della Puglia, terra di grandi vini rossi.

17 marzo 2021

È storia di famiglia quella di Vetrère: 300 ettari di estensione produttiva e un’azienda tutta al femminile, nata dal nonno che produceva uva da tavola e riconvertita oggi dalla nuova generazione della famiglia in un’eccellenza locale che crea olio, vino (con il recupero un vitigno autoctono meno noto ma di grandi potenzialità), pasta, legumi e cioccolato. La masseria di casa si fa azienda, il magazzino diventa cantina, preservando l’originale volta in tufo (che aiuta a mantenere le temperature ideali per la maturazione dei vini): “Mia madre, enologa e agronoma, e mia zia sono le prime proprietarie dell’azienda vinicola – racconta la responsabile marketing e comunicazione commerciale, Enrica Trinchera – poi nel tempo siamo diventate operative anche io e mia sorella Fanny che si occupa principalmente degli aspetti amministrativi e della gestione del Quaderno di Campagna®. Infine si è unita a noi anche nostra cugina, laureata in enologia”.

La masseria della azienda Vetrère in Puglia
La masseria di famiglia diventata centro aziendale di Vetrère

Forte l’orientamento verso l’agricoltura biologica: “Produciamo principalmente vino, convenzionale e biologico, ma anche olio extravergine di oliva bio, legumi bio come ceci, fave e lenticchie, e farina ricavata da diverse tipologie di grani antichi che trasformiamo, poi, in pasta secca. La nostra filosofia è quella del recupero di tradizioni antiche, riproponendole in chiave moderna anche grazie all’uso della tecnologia. In questo senso abbiamo avviato, fra le prime in assoluto, la riscoperta di un vitigno pugliese autoctono, il minutolo: un’uva a bacca bianca, dall’acino molto piccolo e delicato che richiede tantissima attenzione, dall’innesto alla vinificazione. In una terra dai grandi vini rossi, che pur produciamo con grande soddisfazione, abbiamo scelto di distinguerci puntando con decisione su bianchi di forte identità territoriale e organolettica”.

E le soddisfazioni non sono mancate: “Abbiamo ricevuto diversi premi e riconoscimenti, sia con il Minutolo che con la vendemmia tardiva e oggi stiamo portando avanti un progetto, Crè 2015 che sarà visibile a breve sul nostro rinnovato sito web, che abbina il nostro vino all’eccellenza dell’arte ceramica di Grottaglie grazie alle opere di Franco Fasano. Si tratta di un’edizione limitata che coniuga qualità e bellezza, vino e arte e sta ottenendo importanti riscontri”.

Vino e olio sono i prodotti di punta di Vetrére
 
Al centro di questo successo c’è tutta la parte produttiva, gestita anche grazie al prezioso supporto di QdC® – Quaderno di Campagna®: “La piattaforma di Image Line risponde in modo completo alle nostre esigenze – spiega Fanny Trinchera – in particolare per la tenuta del registro dei trattamenti, sia per quanto attiene agli obblighi di legge sia sul fronte del disciplinare per la produzione biologica”. Ma QdC® è un compagno di viaggio in molte operazioni quotidiane: “Trovo particolarmente comoda la gestione delle rotazioni così come è davvero utile il calcolo dei costi colturali che, in una produzione come quella vinicola, ci permette di valutare anche a distanza di molto tempo il costo di una produzione e il suo effettivo rendimento quando raggiunge il mercato. Spesso le aziende agricole non riescono ad avere una capacità analitica adeguata e questo fa sì che si perda di vista l’importanza dell’analisi dei costi: con QdC® questo problema non esiste”. Anzi, la piattaforma fornisce dettagli utili in tempo reale: “Stiamo impiantando nuovi vigneti ed è particolarmente utile e interessante vedere la differenza nei costi di lavorazione che ci sono in funzione alle diverse annate e all’anzianità del vigneto. Mi sono avvicinata a QdC® nel 2018 anche grazie alla possibilità di utilizzarlo ovunque fossi e sono molto soddisfatta”.
 
Fanny, Enrica, Annamaria e Francesca, l'anima di Vetrére
La storia di Vetrère è una storia di famiglia

Produzioni bio, tecnologia e tanti progetti per crescere: nel cuore della Puglia il futuro è già cominciato. “Siamo una piccola realtà molto dinamica e con sfide aperte su molti fronti – concludono le due sorelle, con ironia – ma, del resto, solo un’azienda al femminile poteva riuscirci. Noi donne siamo abituate a gestire la complessità con pochi sforzi: siamo geneticamente predisposte a essere multitasking!”.


Scopri perchè più di 12.000 aziende in Italia si affidano a QdC!
Provalo grartis per 15 giorni.
 

Altri articoli nella categoria “storie

Richiedi la prova gratuita di QdC®

Inserisci i tuoi dati e provalo per 15 giorni

* campi obbligatori

© Image Line srl Unipersonale • P.IVA IT 01070780398 • Cap. Soc. 500.000€ I.V.
Termini e condizioniPrivacy PolicyCondizioni d'acquistoPagamento sicuro