Orticole in serra, tutto più semplice con QdC®

Fonte immagine: Antesia

come fare per...

Orticole in serra, tutto più semplice con QdC®

Le colture protette richiedono trattamenti specifici e attenzioni particolari, soprattutto nel caso di unità produttive sottoposte a rotazione colturale: QdC® – Quaderno di Campagna® mette a disposizione dei propri utenti funzioni ad hoc pensate proprio per ottimizzare il rendimento delle produzioni in serra

14 maggio 2020

Che si tratti di lattuga o di valerianella, di basilico o di prezzemolo o di una delle innumerevoli varietà di orticole che possono essere coltivate in serra, la produzione al di sotto di strutture protettive è sempre più ampiamente diffusa. Per alcuni tipi di orticole la serra è una garanzia di protezione di fronte ai capricci di un clima sempre più bizzoso che rischia seriamente di minacciare la crescita e la raccolta di referenze spesso molto delicate.

La coltivazione in serra, inoltre, permette di sfidare anche i mesi più freddi, garantendo un approvvigionamento costante di prodotti freschi sui banchi della Grande Distribuzione, dei mercati e dei liberi servizi. Ma non è priva di sfide da affrontare e problemi da gestire come, ad esempio, la fusariosi della lattuga che trova nell’ambiente della serra un contesto particolarmente favorevole alla diffusione del patogeno o le diverse specie di insetti e parassiti nelle loro varianti tipiche da colture protette (afide, coccignilia e pnixia, solo per citarne alcuni).
 

Controllo più semplice con QdC®

Per affrontare fitopatie e parassiti esistono, naturalmente, trattamenti fitosanitari adeguati ma non tutti i prodotti possono essere utilizzati nelle colture protette. QdC® – Quaderno di Campagna® è un valido alleato di produttori e tecnici anche su questo fronte: al momento di impostare sulla piattaforma le nostre unità produttive dovremo indicare se si tratta di coltivazione in campo aperto o in serra. In questo modo, quando andremo a inserire un trattamento, QdC® ci segnalerà immediatamente se il prodotto può essere utilizzato anche nelle colture protette o se la normativa non ne consente l’uso se non in pieno campo.
Prova QdC® gratis per 30 giorni

Rotazioni più semplici

Fra le funzioni che QdC® mette a disposizione dei propri utenti che producono orticole in serra meritano menzione sicuramente quelle relative alla gestione delle rotazioni colturali. All’interno della piattaforma, per la singola Unità produttiva, infatti, è possibile sia aggiungere successivi cicli produttivi della stessa coltura sia registrare, anche in maniera massiva, rotazioni colturali senza dover reinserire l’unità da zero, tenendo traccia delle date di ogni singola produzione. Questo ci permetterà di sapere con assoluta certezza qual era la coltura in atto in un determinato momento e, inoltre, se il trattamento che stiamo programmando, è corretto rispetto all’utilizzo di un agrofarmaco su coltura in atto o su terreno.

Altri articoli nella categoria “come fare per...

Richiedi la prova gratuita di QdC®

Inserisci i tuoi dati e provalo per 1 mese

* campi obbligatori

© Image Line srl Unipersonale • P.IVA IT 01070780398 • Cap. Soc. 500.000€ I.V.
Termini e condizioniPrivacy PolicyCondizioni d'acquistoPagamento sicuro